LE "ARCHE SCALIGERE" | THE “ARCHE SCALIGERE”


I SIGNORI di VERONA  |  THE LORDS of VERONA
 

ITA | La famiglia dei Della Scala, anche detta Degli Scaligeri, fu una ricca e potente dinastia che governò ininterrottamente sulla città di Verona, e su gran parte del Veneto, per centoventicinque anni, dal 1262 sino al 1387

C’è un luogo speciale, a Verona, che va ben al di là delle sentimentali atmosfere da balcone di “Romeo e Giulietta” o degli incanti canori della sempre celebre Arena. 

ENG |  Della Scala’s family, also known as “Degli Scaligeri,” was a rich and powerful dinasty who ruled uninterruptedly over the city of Verona and on great part of the veneto region for 125 years: from 1262 to 1387. 

There’s a special place in Verona that goes far beyond the sentimental atmosphere of Juliet’s balcony and far beyond the magic of the famous Arena Opera nights.

ITA | In Via Santa Maria antica, infatti, si trova un maestoso e scenografico monumento che da oltre settecento anni ospita le spoglie mortali degli antichi Signori di Verona.

Si tratta delle Arche Scaligere che, con le loro splendide architetture, sono uno dei siti più suggestivi e misteriosi della città di Verona: un piccolo cimitero privato, monumentale e scenografico, nel quale sono conservate le arche marmoree di Alberto Primo, Alboino, Bartolomeo, Mastino Primo e Cangrande Secondo, unitamente ai grandiosi monumenti funebri di Cangrande Primo, Mastino Secondo e Cansignorio, rese impareggiabili dalle svettanti sculture equestri che si levano verso il cielo come in un interminabile torneo pietrificato fatto a posta per sfidare i secoli e la morte. 

ENG | In Via Santa Maria Antica you can find a majestic and dramatic monument that has been hosting for more than 700 years the mortal remains of the ancient Rulers of Verona.

We’re talking about Arche Scaligere that, with their magnificent architecture, are one of the most impressive and misterious landmarks of Verona city centre: a private monumental gravesite, that hosts the marble tombs - so called “Arche” - of Alberto I, Alboino, Bartolomeo, Mastino I and Cangrande II, next to the imposing funeral monuments of Cangrande I, Mastino II and Cansignorio. The Arche Scaligere boasts unrivalled beauty thanks to the soaring equestrian sculptures stretched towards the sky in a never ending tournament, intentionally turned to stone to challenge death throughout the centuries.

ITA | Sono situate a pochi passi da Piazza Erbe, da Piazza dei Signori e dai Palazzi Scaligeri, su un lato della PICCOLA chiesa di santa Maria Antica che alla loro sovrastante presenza sembra quasi scomparire.

Esternamente il sito è protetto da un massiccio recinto in pietra - quasi l’impenetrabile cortina di mura di un arcigno castello - sovrastato da una trecentesca cancellata in ferro battuto, formata da anelli che cingono il simbolo araldico della scala.

La stessa cancellata è una preziosissima e impareggiabile opera gotica.

ENG | They’re located just few steps away from Piazza Erbe, Piazza dei Signori and from the Scaligeri Palaces, on the side of Santa Maria Antica’s little church that seems to disappear overlooked by their majestic presence.

This burial site’s externally protected by massive stone walls – looking almost like the impenetrable outer walls of a grim castle – surmounted by a 14 th century wrought-iron gate, adorned by rings holding the heraldic emblem of the Della Scala’s.

The outer gate’s a priceless and unparalelled gothic-style artwork.

ITA | Tutt’intorno alcune statue allegoriche, tra cui la Temperanza, la Città di Vicenza, Giuditta con la testa mozzata di Oloferne sembrano voler dialogare con le decine di statue e di rilievi marmorei posti tutt’intorno alle ultime dimore dei Signori di Verona.

Tutte le tombe, da quelle addossate alla chiesa o appoggiate sul terreno a quelle aeree che sfidano il Cielo, hanno un messaggio recondito e misterioso da trasmettere...

Un messaggio che giunge sino a noi attraverso le figure degli animali favolosi che vi sono scolpite, i numeri delle arcatelle e dei pilastri, la mostra di battaglie vinte sul campo, la narrazione di oramai dimenticati arcani episodi tratti dalla Bibbia, lo sfavillio di gualdrappe ricamate con il simbolo araldico della scala, il ricordo della mitica corona appartenuta a Re Alboino, le ali spiegate dell’aquila del Sacro Romano Impero...

ENG | On top of it, some allegorical statues representing for instance Temperance, the City of Vicenza, Giuditta holding Oloferne’s severe head seem wanting to talk with the dozens of statues and of marble relief sculptures embellishing the Palazzi Scaligeri all around, the latest residences of the Lords of Verona.

All tombs, from the ones leaning against Santa Maria Antica Church to the ones rooted on the ground, to the aereal ones challenging the sky, all of them have a misterious, secret message to tell…

A message passed on to us by the fabolous animal figures sculpted on them, by the numbers of archlets and pillars, by the showcase of battles won on the battlefield, by the story-telling of arcane, almost forgotten biblical stories, by the sparkle of caparisons embroidered with the heraldic symbol of Della Scala’s, by the memories of the mythical crown belonged to King Alboino, by the spread wings of the Eagle representing the Holy Roman Empire...

ITA | La tomba più antica, pur nel suo elegante richiamo ai modi classici dell’arte funeraria romana, è spoglia e priva di ornamenti; venne realizzata nel 1277 per accogliere le spoglie mortali di MASTINO PRIMO, Capitano del Popolo e primo vero capostipite della dinastia.

ENG | The oldest tomb, even if it elegantly recalls the classic style of the roman funerary art, is bare and without ornamentation; it was built in 1277 to host the mortal remains of MASTINO 1st, Captain of the People and forefather of the Della Scala’s dinasty.

ITA | Poco più avanti sono presenti altri sarcofagi diversamente attribuiti dagli studiosi a vari esponenti della famiglia dominante.

Da apprezzare quello in marmo rosso di Verona nel quale, forse, riposano le spoglie mortali di ALBERTO DELLA SCALA e quelle di altri membri della sua famiglia.

Morto nel 1301, Alberto regalò a Verona un lungo periodo di prosperità e di pace.

La cassa marmorea, pregevolmente figurata su lati lunghi e sui fianchi, riporta scolpita un’immagine a cavallo del defunto che viene presentato a Dio cavallerescamente “scortato” dai Santi a cui la famiglia dominante era devota.

E se questa, invece, fosse la prima tomba che accolse le spoglie mortali di Cangrande della Scala?

ENG | Further ahead, you can come across other tombs, otherwise attributed by historians to various members of the ruling family.

Amongst them you can appreciate the one in red marble of Verona, probably hosting the mortal remains of ALBERTO DELLA SCALA mixed to the mortal remains of other members of his family.

Alberto passed away in 1301: he secured to Verona a long period of prosperity and peace.

His marble coffin, preciously decorated on the short and long sides, showcases the sculpture of an equestrian figure on horseback of the late Alberto Della Scala while he’s introduced to the sight of God, chivalrously guarded by the Saints the ruling family was devoted to. 

And what if this first tomb was the one hosting Cangrande della Scala’s remains, instead?

ITA | Prezioso ed elaborato è il monumento funebre di MASTINO SECONDO (1350) che è dotato di un piccolo recinto quadrangolare, sui cui pilastri d'angolo poggiano statue di figure femminili raffiguranti alcune delle Virtù. Ad oltre quattro metri d'altezza, è ubicato il suo ricco sarcofago, ornato sul coperchio con l'immagine di Mastino vegliato da quattro angeli e sui lati con immagini della Crocifissione, di Cristo tra il Battista e Maria, di un angelo con lo scudo araldico e del defunto accompagnato da San Giorgio. 

Ma che cosa ci fanno, nei pinnacoli del grande baldacchino, Adamo e Eva, Caino e Abele, Noè e i suoi irriverenti figli intenti a sbeffeggiarlo?

ENG | Prized and sophisticated, the funerary monument of MASTINO 2nd (1350)’s sorrounded by a little four-sided court; statues of female figure representing some of the Virtues lean on each of its edge pillar.
His tomb lies at over 4 metres of height. It’s decorated on the top with the image of Mastino watched over by 4 Angels and on the side with scenes from the Crucifixion, of Christ between the Baptist and the Virgin Mary, of an Angel holding a shield with the Della Scala’s coat of arms and finally of the late Mastino 2nd followed by St.George. 

But what are Adamo & Eva, Caino & Abele, Noè on the pinnacles of the large canopy doing?
And what about his irreverent sons captured while they’re intent on mocking him?

ITA | Il monumento più maestoso e enigmaticamente complesso dell'area, è certamente quello di CANSIGNORIO (1375): una tomba con pianta esagonale a cui una fitta selva di edicole, guglie e statue conferiscono l'aspetto di elaborato reliquiario gotico.

La tomba di uno degli ultimi Signori di Verona la cui fulgida dinastia si stava oramai spegnendo in un corrusco tramonto bagnato di sangue fratricida...

ENG | The most majestic and enigmatically complex monument of the site’s without any doubt the one dedicated to CANSIGNORIO (1375): a tomb with hexagonal plan to which a thick numbers of niches, spires and statues convey the look of a sophisticated gothic shrine.

The tomb of one of the latter Lords of Verona, whose shining dinasty was experiencing a decline, going down like a sunset stained by a fratricidal bloodshed.

ITA | All'esterno del recinto, sopra la porta di accesso alla chiesa di santa Maria Antica, si trova l’arca di pietra di CANGRANDE DELLA SCALA (1329), certamente uno dei maggiori monumenti della scultura veronese del Trecento. Sulla copertura del baldacchino è anche in questo caso presente una statua equestre del defunto che da sotto la barbuta dell’elmo che gli ricade sulle spalle, “sorride” cortese e giocondo.

ENG | On the outer side of the court, over the gateway to Santa Maria Antica Church, you can find the stone tomb of CANGRANDE DELLA SCALA (1329), surely one of the major monument of the 14th century sculpture in Verona. On top of the canopy, there’s an equestrian statue of the late Cangrande who smiles, corteous and joyful, under the beard coming out of the helmet and falling on his shoulders.

ITA | Ma a questo punto sono ancora talmente tante le “storie” che si dovrebbero raccontare che solo voluminosi libri le potrebbero raccogliere...

Forse è meglio fare un “salto” a Verona per toccare con mano una storia unica, irripetibile, straordinaria, affascinante...

La mia, la tua... La nostra!

ENG | At this point we have to interrupt our story-telling: the stories to tell are so many that only bulky volumes of books can collect them all…

We suggest that you come and visit Verona to experience first-hand a unique, one-of-a-kind, outstanding, fascinating history…

Mine, Ours..Yours!

 

Testo di Italo Martinelli

Translation of Sara Zanetti